Stampa 

Dedichiamo queste pagine ai tanti bimbi provati dalla sofferenza, i figli più cari al Cuore del Padre, perché trovino nell’esempio di altri piccoli fratelli la forza di offrire la loro innocenza crocifissa:

Theo Mosh. “Ho incontrato la prima volta Theo lungo il viale dei cappuccini, a San Giovanni Rotondo. Fu uno strano incontro, fatto solo di sorrisi...” 

 

 

 

 

Nennolina Meo«Il dolore è come la stoffa: più è forte e più ha valore» Sulle labbra di una bambina di cinque anni e quattro mesi una espressione come questa basta da sola a dire quanto cammino abbia percorso...

 

 

 

 

Lauretta Degan. “La notte tra il 9 e il 10 settembre ti abbiamo sentita parlare con un filo di voce. Dicevi: «Sì, va bene, ho capito, va bene». Alla mamma che ti chiedeva con chi stessi parlando, hai risposto che Gesù Bambino e la Madonnina si erano seduti vicino a te e ti accarezzavano la fronte, perchè avevi tanto male...” 

 

 

 

Memena Cetrullo. «Mamma, credevo che morire fosse brutto, invece è tanto bello», sono le sue ultime parole... 

 

 

 

 

 

Stephen Tacconelli. “Stephen, offri a Gesù la tua sofferenza!” “Mamma, come posso offrire a Gesù anche la mia sofferenza quando lui ha già  sofferto tanto per noi?”