Che ne pensano i bambini? In alcune scuole abbiamo invitato i bambini a mettere per iscritto quello che hanno sentito nel cuore. Ne riportiamo qualche stralcio:



“Sento nel cuore come una fiamma accesa, una gioia, che mi fa ricordare ogni momento la Madonna”. (G.V.)

“Io ho chiesto aiuto ad altre bambine, di pregare per tutti i bambini del mondo affinché entrino anche loro nell’infiammato e puro Cuore della Madonna. Noi ormai siamo sotto lo sguardo della Madonna e dobbiamo cercare ogni giorno di capire in modo migliore la parola Consacrazione". (Rosaria D.S. - Napoli)

"Cara Madonnina, il 13 ottobre noi tutti siamo venuti a trovarti... io sentivo che sorridevi di gioia... chiamami! E farò quello che vorrai!" (Daniela L. - L’Aquila)

"Madonna, rinnovo in questo momento l’offerta fatta il 13 ottobre, offrendo tutto me stesso, perché il mondo si converta e creda in Te". (Francesco D. L’Aquila)

"Cara Mamma del Cielo... quando sono venuta al Tuo altare, ho capito il significato e il perché di quella visita".(Roberta - L’Aquila)

"Quando pregavamo “Madonna ti dò cuore e volontà per l’eternità”, io mi sentivo nel cuore la Madonna". (Antonietta P. - L’Aquila)

"A me quella consacrazione mi ha cambiato qualche cosa nel cuore". (Dante S. - L’Aquila)

"Il garofano che Ti ho offerto significa che mi devi aiutare e devi salvare il mondo e l’umanità. Anch’io farò la brava e Ti aiuterò".(Maria Beatrice R. - L’Aquila)

"Mentre ripetevo ad alta voce le parole: Mamma, Ti do cuore e volontà per l’eternità, salva l’umanità, una profonda gioia scendeva in me". (Enzo, V el. - Chieti)

"Io mi sono donata con tutto il cuore alla Madonna e poi mi sono sentita piena di gioia e con una leggerezza nell’anima".(Isa, V el. - Chieti)

"Caro Padre Andrea, anche noi siamo stati invitati a donarci alla Madonna proprio come avevano fatto Giacinta, Lucia e Francesco. Il nostro doveva essere un “Si” sincero, altrimenti, come voi avete detto, era meglio non dirlo proprio. Quando in chiesa ho detto con voce fortissima il mio “Si”, sono stato veramente felice ed ho capito che appartenere alla Madonna era una cosa molto seria, e che significa aiutarLa a salvare l’umanità. Grazie a voi, ora so recitare anche il Rosario. Spesso sentiamo che tante persone rubano, uccidono, fanno le guerre. Noi possiamo salvarli pregando per loro, con tutto il cuore. Vi saluta con affetto." (Pierluigi di III el. - Napoli)

"Sono stata molto felice di dire di sì e di avere aperto il mio cuore alla più splendida delle creature. Quando il mondo vivrà in pace io sarò fiera di ricordarmi di avere partecipato a questo con la mia preghiera". (Paola L. - V el. - Ascoli Piceno)

"La decisione era importante, richiedeva una particolare riflessione. Ma dopo, quando Padre Andrea ce lo chiese dissi di “Si” con convinzione e fermezza facendo un progetto di come avrei dovuto svolgere la mia vita". (Sabatino S. - V el. - Cosenza)

"Caro Padre Andrea, ti posso dare del tu? “Sorridere sempre” questa è la parola che mi è rimasta impressa e che hai detto quel giorno in cui ti sei trovato qui con noi... In quel momento ho visto il mondo non come un fuoco che arde, con attentati, violenze, ma in quel momento ho visto il mondo come un fiore profumato; e una speranza mi diceva che forse, tra qualche anno, risplenderà la pace, però dipenderà da noi. Grazie, Padre Andrea, delle belle cose che ci hai detto l’anno scorso". (Alessia, Napoli)

"Dal giorno della mia consacrazione, la mia anima è risorta nella gloria, e quella cerimonia per me è stata la più grande missione affidatami. Ora amo di più la Madonna e nel mio cuore c’è tanto amore per tutti, credenti e non credenti. Ogni giorno quando recito il Rosario cerco d’invitare sempre qualche amico". (Giovanni M. - V el. - Napoli)

"Caro Padre Andrea, mi chiamo Carmela e ho otto anni. Sono contentissima di essermi donata alla Madonna per aiutarla a salvare l’umanità. Adesso prego molto di più, ho imparato a pregare meglio. Ogni giorno che passa ho sempre più cose da dire, da raccontare alla Madonna, perché la sento più vicina. Con Lei ora mi confido sempre. Ho imparato bene a recitare il Rosario. Voglio impegnarmi molto e cercare di salvare tante persone cattive, che sbagliano sempre facendo soffrire la Vergine. Nel mio palazzo tutti i bambini sanno che mi sono donata alla Madonna e di pomeriggio, dopo aver fatto tutti i compiti, ci riuniamo a casa di una mia amica di nome Francesca per pregare. Anche la mia mamma è contenta e mi dice che sono diventata ancora più buona". (Carmela F. - Napoli)

"Quando ho detto quel “Si” ho provato un grande amore nel cuore".(Pamela M. - V el. - Cosenza)

"Stamattina abbiamo detto il nostro si alla Madonna. Io da quel momento mi sono sentito quasi importante, perché è stato il si più impegnativo della mia vita e mi sono sentito come un sacerdote".(Antonio D’O. - Napoli)

"La più bella parola che possiamo dire a Dio è SI". (Cinzia - Borgomanero, NO)